ESG

ESG: cosa sono gli investimenti sostenibili?

 

L’acronimo ESG si compone delle parole Environmental, social and governance e viene utilizzato in ambito finanziario per indicare i criteri di scelta che caratterizzano i cosiddetti investimenti sostenibili, ovvero gli investimenti in tutte quelle attività che tengono in considerazione aspetti di natura ambientale, sociale e di governance.

 

Seguire una pratica di investimento responsabile significa escludere dal proprio portafoglio determinati titoli (un esempio possono essere le azioni di società produttrici di armi) per preferire un impegno attivo su temi come l’ambiente.

 

Includere i fattori ESG nel proprio portafoglio significa dunque fare una scelta etica nella proprio strategia finanziare a lungo termine, sia che si tratti di un patrimonio privato, sia che che si tratti di un organismo di investimento collettivo quale un fondo comune di investimento.

 

Ambiente, società, governance

 

Per valutare se un’azienda basa la sua attività su criteri ambientali, sociali e di governance (ESG), gli investitori hanno a disposizione un’ampia gamma di parametri.

 

Infatti, i criteri ambientali possono includere l’uso di energia, l’inquinamento, la conservazione delle risorse naturali e il trattamento degli animali. I criteri possono anche essere utilizzati nella valutazione di eventuali rischi ambientali che l’attività deve affrontare e in che modo la società gestisce tali rischi. Ad esempio, ci sono problemi relativi alla proprietà dei terreni contaminati, allo smaltimento dei rifiuti pericolosi, alla gestione delle emissioni tossiche o alla conformità alle normative ambientali del governo?

 

I criteri sociali, invece esaminano le relazioni commerciali dell’azienda e rispondono a queste domande standard “Lavora con fornitori che applicano gli stessi valori etici?” “L’azienda investe una percentuale dei suoi profitti nella comunità locale o incoraggia i dipendenti a svolgere attività di volontariato?” “Le condizioni di lavoro dell’azienda rispettano la salute e la sicurezza dei suoi dipendenti?” “Gli interessi degli altri stakeholder sono presi in considerazione?”.

 

Per quanto riguarda i parametri inerenti la governance, gli investitori cercano società che utilizzino metodi contabili accurati e trasparenti e che diano agli azionisti la possibilità di partecipare alle decisioni importanti. Sono molto importanti anche i criteri di scelta dei membri del consiglio di amministrazione, la volontà di non usare contributi politici per ottenere un trattamento di favore e, naturalmente, il non intraprendere pratiche illegali.

 

ESG

 

Gli investimenti sostenibili

 

Ma il concetto di investimento sostenibili non si ferma soltanto all’applicazione dei principi ESG nella scelta del proprio portafoglio di azioni. Esistono anche altri approcci, altre strategie che possono essere racchiuse nell’insieme dei sustainable investments.

 

Ad esempio, il socially responsible investing (SRI), è la pratica di investire denaro in aziende e fondi che hanno un impatto sociale positivo. In questi casi, il rendimento è misurato sull’impatto che l’investimento ha sulla comunità piuttosto che sul rendimento monetario.

 

Un altra tipologia di investimento sostenibile è l’impact investing, ovvero una strategia di investimento che genera non soltanto un impatto sociale e ambientale, ma anche un ritorno finanziario

 

Sono concetti molto attuali, tanto che ormai l’acronimo ESG è diventato uno standard nel settore per descrivere l’approccio sostenibile e responsabile alla costruzione del portafoglio di investimenti.

 

I principi dell’ONU

 

I Principi per gli investimenti responsabili (PRI) delle Nazioni Unite – di cui Tendercapital è firmataria – sono un elenco di sei principi che forniscono uno standard globale per gli investimenti responsabili in relazione ai fattori ESG. Le organizzazioni che aderiscono ai PRI, devono allineare le loro attività di investimento con gli interessi più ampi della società.

 

Questi principi hanno l’intento di favorire la diffusione dell’investimento sostenibile e responsabile tra gli investitori istituzionali. Le organizzazioni che li sottoscrivono devono impegnarsi pubblicamente a:

 

  1. Integrare le tematiche ESG nell’analisi e nei processi decisionali riguardanti gli investimenti;
  2. Essere azionisti attivi e incorporare le tematiche ESG nelle politiche e nelle pratiche di azionariato attivo.
  3. Chiedere un’adeguata comunicazione relativamente alle tematiche ESG da parte degli enti nei quali si investe.
  4. Promuovere l’accettazione e l’applicazione dei Principi nel settore finanziario.
  5. Collaborare per migliorare l’efficacia nell’applicazione dei principi.
  6. Comunicare le attività e i progressi compiuti nell’applicazione dei principi.

 

Gli investimenti sostenibili funzionano?

 

Molti investitori non sono interessati solo ai risultati finanziari degli investimenti. Sono anche interessati all’impatto dei loro investimenti e al ruolo che i loro beni possono avere nella promozione di questioni globali come l’azione per il clima. Una fascia demografica particolarmente attratta dagli investimenti ESG sono i millennial.

 

Secondo uno studio del 2017 di Ernst & Young chiamato Sustainable investing: the millennial investor, i millennial hanno maggiori probabilità di fidarsi di una società o di acquistarne i prodotti quando l’azienda ha la reputazione di essere socialmente o ecologicamente responsabile. La metà degli intervistati ha maggiori probabilità di rifiutare un prodotto o un servizio da un’azienda percepita come irresponsabile dal punto di vista sociale o ambientale.

Hungry (Green) Minds

Siamo convinti che i piccoli gesti facciano la differenza.
Perciò quando la navigazione è inattiva, appare la schermata di risparmio energetico.
Il tuo monitor consuma meno e l’ambiente ne trae beneficio.

Clicca un qualsiasi punto dello schermo per riprendere la navigazione.

WordPress Video Lightbox